Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Iside in campania, come un'affascinante Dea Orientale ha saputo farsi amare dal popolo

L’Occidente d’area greca e italiana si aprì alla storia e alla civiltà grazie ai naviganti orientali che percorrevano tutto il Mediterraneo, accogliendo così la tanto rinomata sapienza egizia.
Su questa scia non potè non fare il suo ingresso in Magna Grecia, oltre agli usi e costumi, la religione egizia e con essa una delle sue Dee più popolari: Iside. Essa si inserì agevolmente nel mondo campano pur accompagnata dal parallelo culto indigeno delle importanti Dee-Madri già presenti sul territorio.

Già nei primi secoli dell’età imperiale il culto Egizio – Alessandrino (Ormai divenuto quasi esclusivamente Isiaco), aveva raggiunto la più ampia diffusione sia sulla costa (Cuma, Pozzuoli, Napoli, Ercolano, Stabiae, Sorrento, ecc) quanto nell’entroterra (Teano, Capua, Benevento, Acerra, ecc), ne abbiamo prove archeologiche nei famosi Isei di Pompei (150 a.C.) e di Benevento (I sec. a.C.). 


Certo il ‘’Messaggio’’ di Iside ellenistica attrasse a se gli spiriti colti, insoddisfatti del formalis…

Ultimi post

La Nascita di Afrodite e la Dea ''doppia''

Iside Regina

''Conosci te stesso'' e la saggezza degli antichi

Inanna, Regina del Cielo